Avevano ucciso anche la speranza

CHF 15,60
La scioccante testimonianza di una donna sopravvissuta agli orrori del campo nazista di Bergen-BelsenIl 15 marzo 1944, la ventiquattrenne Renata Laqueur venne deportata assieme al marito nel campo di concentramento di Bergen-Belsen, nella bassa Sassonia, dopo aver già trascorso un anno in vari altri lager. I due rimasero a Bergen-Belsen fino all’aprile del 1945, quando furono liberati dall’Armata Rossa.Durante i lunghi, terribili mesi trascorsi nel campo, Renata tenne un diario della prigionia, un diario che non prova solo quanto la giovane fosse dotata nella scrittura, ma che testimonia anche e soprattutto la volontà di affrontare e sconfiggere l’orrore del lager attraverso la potenza delle parole e della narrazione. Una testimonianza straordinaria, che l’autrice ha tentato a lungo di pubblicare senza successo e che ora torna a nuova vita, puntando ancora i riflettori sulla più grande tragedia storica e umana del nostro tempo.
aggiungi al carrello
EAN: 9788822756398
Autore: Laqueur
Editore: Newton Compton Editori
Collana: SCIENZE SOCIALI E UMANE
Tipologia di prodotto: Libro
Dimensioni e peso: 120 x 240 x 10 mm 650 g

Libri correlati

(premi Invio o Esc per uscire)