Il cimitero di Venezia

CHF 12,90
Venezia, 1725.Mentre un'epidemia di vaiolo miete vittime tra la popolazione, una delle donne più illustri della città viene trovata con il petto squarciato nelle acque nere e gelide del Rio dei Mendicanti.In un clima di crescente tensione, Giovanni Antonio Canal, detto Canaletto, viene improvvisamente convocato dagli Inquisitori di Stato, insospettiti da una sua recente opera, che ritrae proprio quel luogo malfamato: c'è forse un legame tra il pittore e l'omicidio? Mentre, sconvolto, sta lasciando il Palazzo Ducale, Canaletto viene fermato e portato al cospetto del Doge, anche lui interessato a quel quadro, il Rio dei mendicanti.Nel dipinto c'è qualcosa che, se rivelato, potrebbe mettere in grave imbarazzo un'importante famiglia veneziana: un gentiluomo di stirpe patrizia vi è ritratto mentre frequenta uno dei luoghi più popolari e plebei di Venezia.Che cosa faceva quell'uomo in un posto simile? Canaletto riceve dal Doge l'ordine di scoprirlo e riferire direttamente a lui.L'indagine lo porta a frequentare ambientali apparentemente illustri in cui sembrano consumarsi oscuri riti, caratterizzati da simboli e cabale di difficile decifrazione.Fino ad arrivare al cimitero ebraico del Lido, dove si nascondono segreti che dovrebbero restare sepolti.
aggiungi al carrello
EAN: 9788822764331
Autore: Strukul Matteo
Editore: Newton Compton Editori
Collana: NARRATIVA, BIOGRAFIE E STORIE VERE
Tipologia di prodotto: Libro rilegato
Dimensioni e peso: 120 x 240 x 10 mm 650 g
Generi: gialli horror noir

Libri correlati

(premi Invio o Esc per uscire)