Contaminazione

CHF 24,70
La Contaminazione esprime la paura di essere invasi da qualche cosa, da qualcuno che faccia perdere la singolarità per cui ogni individuo è originale e differente dall’altro. Èpresente nel noli me tangere, nelle religioni e nel cristianesimo con il rito del battesimo che toglie i peccati dell’uomo, nelle caste degli intoccabili, nella purezza dell’ordine nobiliare fino a quella delle razze. Risponde a un bisogno di identità ed è letteralmente esplosa con la pandemia di coronavirus, rispetto a cui i comportamenti dell’uomo sono stati incredibilmente simili, sul piano individuale e di gruppo in tutto il mondo, al di là dunque delle differenze nazionali e culturali. Una concordanza fondata sui fondamenti biologici che la paura del virus ha attivato, facendo presa dunque sulla costituzione generale e fondamentale della specie umana. Come ci ha cambiato quest’esperienza collettiva arrivata in un’era di vera e propria “religione della Cute”? E con quali conseguenze per tutti? L’autore spiega, non senza polemica, come una di queste sia stato il panico che usa la negazione. Il no che diventa no-vax, no-lockdown, no-limits attraverso un processo di regressione mentale che richiede di perdere il pensiero logico e porta ai no della infanzia. E l’uomo scopre i suoi limiti: dalle fragilità, al bisogno della trascendenza, al tentativo di rimuovere la realtà.
aggiungi al carrello
EAN: 9788828209539
Autore: Andreoli Vittorino
Editore: Solferino
Collana: SCIENZE SOCIALI E UMANE
Tipologia di prodotto: Libro
Dimensioni e peso: 120 x 240 x 10 mm 650 g
Generi: narrativa

Libri correlati

(premi Invio o Esc per uscire)